Azione Cattolica…”en salida”

Dal 30 aprile al 3 maggio scorso si è svolta a Roma la XV Assemblea nazionale dell’Azione Cattolica dal titolo “Persone nuove in Cristo Gesù. Corresponsabili della gioia di vivere”. Un appuntamento importante che ha concluso il percorso assembleare iniziato lo scorso dicembre in tutte le parrocchie d’Italia e al quale hanno preso parte anche alcuni delegati della nostra diocesi.

L’Assemblea nazionale è stata un’occasione propizia per tutta l’associazione per confrontarsi e definire le prospettive di impegno per il prossimo triennio alla luce della realtà e del tempo che stiamo vivendo. Un «tempo davvero unico […] tempo di novità e di più forte invito alla santità» come lo ha definito il presidente nazionale uscente Franco Miano, nel suo intervento di apertura dei lavori. Il presidente Miano ha inoltre sottolineato come proprio nel nostro tempo sia fondamentale «riscoprirci non come frammenti isolati chiusi nella difesa del proprio interesse particolare […] ma come realtà di relazione che solo nell’essere insieme, nel lottare, costruire, sperare, sognare insieme, trovano possibilità di realizzazione e di vita».

L’Assemblea è stata anche un momento di fraternità, grazie anche alla presenza e alla testimonianza di numerosi ospiti rappresentanti di numerose associazioni laicali, della CNAL (Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali) e del FIAC (Forum Internazionale di Azione Cattolica), che hanno reso tangibile quel senso profondo dell’essere Chiesa e del camminare insieme, già richiamato dal nostro presidente. Da sottolineare, inoltre, la presenza di numerosi vescovi, a testimonianza dell’affetto e dell’attenzione dei nostri Pastori nei confronti dell’associazione. Tra i tanti, ricordiamo mons. Nunzio Galantino (segretario generale della CEI),

il card. Pietro Parolin (segretario di Stato del Vaticano) e il card. Angelo Bagnasco (presidente della CEI) che hanno presieduto le celebrazioni Eucaristiche che si sono susseguite durante i lavori assembleari.

La XV Assemblea nazionale si è conclusa sabato 3 maggio con l’udienza particolare che il Santo Padre ha concesso all’Azione Cattolica presso l’Aula “Paolo VI” in Vaticano. Udienza alla quale hanno preso parte, oltre ai delegati, anche numerosi presidenti, assistenti e rappresentanti di tutte le associazioni parrocchiali d’Italia. Anche la nostra diocesi ha partecipato all’udienza con circa 30 rappresentanti.

Il Santo Padre Francesco nel suo intervento ha “consegnato” all’Azione Cattolica tre verbi: «[…] Rimanere con Gesù, rimanere a godere della sua compagnia. Per essere annunciatori e testimoni di Cristo occorre rimanere anzitutto vicini a Lui […] Andare: Mai un’Azione Cattolica ferma, per favore![…]Gioire ed esultare sempre nel Signore!»

Al termine del cammino assemblare, vogliamo ripartire con rinnovato slancio missionario, facendo proprie le parole di papa Francesco, che ci ha invitati a vivere una «Chiesa “in uscita”» (EG). Il popolo di Dio ha bisogno di una Azione Cattolica “en salida” (in uscita), disposta ad arrivare a tutti, in tutti i luoghi e in tutte le occasioni, che nella missione evangelizzatrice realizza la propria vocazione battesimale.

Gaetano Pisani