BUON 50° COMPLEANNO ACR con i RAGAZZI IN SINODO

Il 1 novembre 1969 con Vittorio Bachelet, Presidente dell’Azione Cattolica, nacque l’Azione Cattolica dei Ragazzi (ACR), un’articolazione che traduce l’attenzione dell’Associazione verso i ragazzi dai 3 ai 14 anni, aiutandoli ad essere protagonisti del loro cammino di fede. In occasione del 50°compleanno dell’ACR, si è svolto a Roma l’evento LIGHT UP: RAGAZZI IN SINODO, a cui hanno partecipato ragazzi ed accompagnatori di tutte le diocesi d’Italia, tra cui la nostra arcidiocesi, con una delegazione composta 5 accierrini provenienti da Amalfi, Maiori e Vietri e dai due responsabili diocesani del settore.
Questi tre giorni (31 ottobre – 2 novembre) hanno visto la partecipazione di più di mille ragazzi e sono stati un esercizio di sinodalità e di democrazia, un’occasione per riflettere insieme sull’importanza della fede e su come l’esperienza dell’associazionismo possa rappresentare un valore aggiunto per vivere la propria relazione con Cristo.
Divisi in gruppo, a ciascun ragazzo è stata data la possibilità di esprimersi e di essere ascoltato. Si sono interrogati sul loro essere conduttori o isolanti di energia e di fede e sulle azioni concrete che possono compiere per rendere migliore la Chiesa e il nostro Paese.
Il 1° novembre abbiamo partecipato alla S. Messa nella basilica di S. Pietro e all’Angelus di papa Francesco, che ha rivolto i suoi auguri all’ACR. E’ seguita la grande festa di compleanno presso l’Auditorium della Conciliazione con canti, personaggi famosi, torta, candeline e tanti amici e innamorati di ieri e di oggi dell’ACR. Particolarmente emozionante la testimonianza di Giovanna Benevento, la prima responsabile nazionale del settore ACR.
Il giorno seguente i ragazzi si sono confrontati su vari temi che riguardano la Chiesa e la società, per poi riunirsi in una vera e propria assemblea durante la quale hanno letto, discusso, votato e modificato quindici emendamenti che, una volta approvati all’unanimità, hanno costituito il Documento assembleare del sinodo dei ragazzi, donato all’associazione, agli educatori, alla Chiesa e all’Italia. Qui sono raccolti le parole, i pensieri, i sogni, le aspettative dei ragazzi riguardo la salvaguardia del creato, la Chiesa, la città, la scuola, la disabilità, l’utilizzo dei social come strumento per creare reti, la gioia dello stare insieme e condividere la propria esperienza di fede, l’incontro come opportunità per scambiarsi buone pratiche di impegno sociale, per essere testimoni del Signore dentro la Chiesa e nel mondo.
Anche nella nostra Arcidiocesi il 50° compleanno dell’ACR è stato ricordato in diverse parrocchie, attraverso alcuni momenti di festa e di celebrazione a cui hanno preso parte anche numerosi ex-accierrini, ormai adulti, per i quali l’ACR ha rappresentato un punto di riferimento importante per la propria crescita umana e spirituale.