Campo Scuola Itinerante degli Adulti

Come è ormai consuetudine, ogni anno con il Campo Scuola indetto dall’A.C. della Diocesi di Amalfi-Cava si ha l’opportunità, attraverso catechesi e visite a tanti rinomati luoghi, di conoscere e testimoniare il messaggio evangelico.

La scelta per il Campo di quest’anno ha permesso di conoscere alcune località abruzzesi: Manoppello, un borgo del parco nazionale della Maiella, dove sorge il Santuario del Volto Santo.
Il nostro assistente, Don Enzo, nel pomeriggio ci ha presentato, con il suo grande calore, l’insegnamento che il Santo Padre Francesco ci rivolge sulle azioni che la Chiesa deve compiere per realizzare una buona conversione pastorale e missionaria e, precisamente, soffermandosi sui cinque verbi: Uscire: tutti noi siamo invitati, come Chiesa, in uscita missionaria; Annunciare: con gioia e senza sosta la persona e il messaggio liberante di Gesù; Abitare: presenza fraterna e solidale con tutti; Educare: piccoli e grandi perché vivano nel mondo secondo la misura di Cristo; Trasfigurare: l’azione liturgica, in particolare, la S. Messa domenicale offre a ognuno spazi di vita bella e trasfigurata.

È seguita, poi, la presentazione del testo A.C. Adulti “Viaggiando” da parte del Dr. Antonio Zuppardi.

Non è mancato un momento di svago serale: ci siamo recati a Pescara per una deliziosa passeggiata notturna sul lungomare per ammirare il famoso “Ponte del mare”, illuminato.
Il Campo è continuato il giorno dopo con la visita, a Lanciano, della chiesa di S. Francesco, luogo dove il mistero eucaristico ha raggiunto il culmine della fede cristiana: con il miracolo dell’ostia diventata carne e del vino diventato sangue, che ricorda a tutti i fedeli di essere sempre credenti e mai increduli di fronte al grande miracolo che avviene nella celebrazione del sacrificio eucaristico.

La domenica ci siamo recati a Chieti, dove abbiamo potuto ammirare la maestosità della cattedrale di S. Giustino, partecipando alla celebrazione eucaristica nella cripta.

Antonietta Preziosi